lunedì 30 maggio 2016

IN GIARDINO CON LO SCRITTORE: Linda Bertasi, L’Erede di Tahira”(2016,SELF-PUBLISHING)


Oggi siamo ospiti di  LINDA BERTASI autrice de “L’Erede di Tahira”(2016,SELF-PUBLISHING)
Un romanzo che sta riscuotendo molto successo di critica, e che non lascerà delusi i lettori.

Breve riassunto dell'opera:

Viserbella 1561. Una donna, accusata di praticare la stregoneria, sta per essere condotta sul rogo. Prima di morire consegna alla figlia un prezioso diario e il suo ciondolo a forma di stella a sette punte.
Viserbella 2013. Arianna è in vacanza e, passeggiando sulla spiaggia, trova un misterioso volume incustodito. Subito, lo riporta nella libreria indicata sulla copertina, ma non farà più ritorno a casa.
Catapultata in una dimensione parallela con la mente spoglia di ricordi, tenterà di sopravvivere e di recuperare la memoria aiutata da un gruppo di ragazzi che sembrano conoscerla molto bene.
Nel suo passato si annida la magia, la superstizione e il dramma. Tutto un mondo sta per esserle svelato e un gravoso fardello la investirà, perché lei è l’Erede e deve compiere una missione.
Tra cristalli e Libri delle Ombre, incantesimi e leggende che affondano le loro radici nell’Antico Egitto, l’atavica lotta tra Bene e Male domina le pagine di un romanzo dove niente è come sembra, il tempo è una corsa a ostacoli e i nemici si nascondono nell’ombra.

DOVE TROVARLO: http://www.amazon.it/dp/B01BQHN3QI/ e nei maggiori Store Online.

Ami vivere in città o in campagna?
In campagna tra i profumi e i colori della natura.
Preferisci un giardino o un terrazzo?
Preferisco un giardino spruzzato di fiori colorati.
Trovi impegnativo curare il verde? Cosa coltivi? Solo fiori o provi anche a fare l’orto?
Ammetto di non possedere assolutamente il pollice verde, come mia madre, ma le primule e qualche pianta riesco a non farla morire :P
Riesci a scrivere e leggere all’aperto?  Cosa altro ti piace fare (ad esempio barbecue, ginnastica, dormire ecc)?
Amo leggere all’aperto, d’estate lo faccio sempre. Scrivere all’aperto sarebbe un sogno, ma confesso di non averci mai provato. All’aperto adoro le passeggiate.
Hai un animale domestico? Quale e come si chiama? Come si comporta mentre scrivi?
Non ho animali domestici, ahimé, dovuti all’allergia che non mi dà tregua.
Che tipo di giardino/ terrazza preferisci? Romantico all’inglese, Zen, moderno con contenitori e lampade a tema, naturale rustico,  simmetrico all’italiana?
Amo il giardino all’inglese e tutto ciò che è inglese.
Ti piace mangiare all’aperto? Ti piace fare colazione, merenda o un pasto principale?
D’estate pranziamo e ceniamo all’aperto, è bello, piacevole, distensivo e rilassante.
Inviti amici a passare qualche ora nella tua oasi verde? Hai una ricetta di biscotti o una torta dolce o salata da poter consigliare per fare colazione o merenda tra il verde?
Sì quando posso invito gli amici o mi reco nel loro giardino, più spazioso del mio. 

Consiglio la Tenerina Ferrarese, come si fa a rinunciare alla Tenerina?

 


 *Ricetta*
INGREDIENTI:
100 gr.di burro (o margarina)
3 cucchiai di latte
3 uova
3 cucchiai (rasi) di farina
3 cucchiai di zucchero
200 gr. di cioccolato fondente

PROCEDIMENTO:
 Preriscaldare il forno a 160°. Nel frattempo separare i tuorli dagli albumi e montare a neve gli albumi.
Sciogliere a bagnomaria il burro con il cioccolato fondente; quando sarà fuso togliere dal fuoco e aggiungere i tuorli, la farina, lo zucchero, il latte e gli albumi montati a neve.
Mescolare il tutto con movimenti circolari dal basso verso l’alto.
Imburrare e infarinare una tortiera di 26 cm, di diametro, versare il composto e infornare per 20 minuti.
Controllare la cottura inserendo un bastoncino di legno al centro della torta, se lo estraete intonso la torta è pronta.
Lasciare raffreddare e spolverare con zucchero a velo.

Nei tuoi romanzi i paesaggi sono accuratamente descritti?  Usi mai un elemento naturale per esprimere uno stato d’animo o il pathos di una azione attraverso l’ambiente?
Do molta importanza all’ambientazione nei miei testi, è una delle qualità che mi distinguono a detta dei lettori. Voglio far percepire loro i profumi, gli odori, i colori, devono sentirsi parte del mondo di carta che descrivo. Mi piace anche far scrosciare la pioggia, permettere al clima di modificare o arricchire la trama.
Nel tuo ultimo romanzo L’Erede di Tahira c’è un passo particolarmente  affascinante che riguarda un elemento naturale  (un bosco, un fiume, un prato,  un  giardino, un fiore , una nuvola…)? Perché hai deciso di usarlo?
Quasi tutti direi, ma scelgo il bosco. Si tratta di un bosco misterioso e incantato che riserverà molte sorprese. L’ho usato perché è un elemento chiave della trama essendo un fantasy e interessando anche la stregoneria. Un gruppo di ragazzi vive in questo bosco per difendersi da un nemico che vuole tentare di imprigionarne i ricordi.
Ti ricorda qualche tua esperienza diretta o è completamente inventato?
Il bosco è inventato e appartiene alla dimensione onirica, è venuto a trovarmi in sogno. Al mattino ricordavo ogni anfratto, ogni particolare come l’avessi visitato. Ho annotato il tutto e così è  nato il mio romanzo.
In copertina spesso vengono usati fiori, o sfondi naturali; cosa ne pensi? Se avessi dovuto suggerire tu al grafico la copertina del tuo ultimo romanzo, cosa avresti usato?
In effetti l’ho suggerita io. Ci abbiamo lavorato insieme ma desideravo inserire un particolare del bosco e Cora mi ha accontentata. Amo gli sfondi, trovo danno importanza all’immagine, la inseriscono in un contesto importante per permettere al lettore di entrare meglio nell’opera.
E ora piantiamo un seme, un seme anche simbolico se desideri, che ci sveli di che tratta  il tuo ultimo romanzo: che seme vorresti piantare?
Semino il seme della conoscenza, fondamentale per il mio romanzo visto che la protagonista è stata privata dei propri ricordi da un amuleto che le impediva di avere accesso alla propria memoria.
 Ci lasci  due/ tre frasi dell’incipit del tuo romanzo? anche quello è un piccolo seme…
[…] La minuscola finestra, di fronte a me, rivela il cielo stellato intrappolato tra le grate e, là fuori, la pira funeraria già ultimata, una catasta di legna pronta per essere data alle fiamme assieme alla condannata. Chiudo gli occhi, ignorando la consapevolezza di ciò che la aspetta. Lei: l’eretica, la strega!

[…]Non voglio ascoltarla, né piangere, non voglio che muoia con i miei singhiozzi nelle orecchie. Vorrei essere forte e combattiva come lei mi ha insegnato, ma non so se troverò la forza. Non domani, non quando dovrò starle di fronte a guardarla bruciare tra il giubilo della folla.
Corro e mi lascio la prigione alle spalle, il ciondolo stretto nel pugno mi graffia il palmo eil diario, schiacciato contro il mio petto, segue il ritmo oscillante del mio incedere.
Finalmente piango. Li odio. Odio il mio Paese, odio il mio nome, odio questa eredità.
Grazie
Grazie infinite a te per queste meravigliosa e particolarissime interviste. Grazie a chi vorrà viaggiare con L’Erede.



Volete sapere di più sull'autrice?

BIOGRAFIA: Appassionata di storia e letteratura inglese, gestisce il suo blog LINDA BERTASI BLOG dove offre servizi GRATUITI agli emergenti.
Collabora con Magazine, Lit-Blog, Case Editrici e Web-site. È SOCIA ORDINARIA di EWWA e una delle fondatrici del Gruppo Facebook IO LEGGO IL ROMANZO STORICO.
PUBBLICAZIONI:
Destino di un Amore (2010, La Caravella Editrice)
Il Rifugio – Un amore senza tempo (2011, La Caravella Editrice)
Il Profumo del Sud (2015, II EDIZIONE)
Il Silenzio del Peccato (2015, Delos Digital)
L’Erede di Tahira (2016, II EDIZIONE)
Antologie a cui ha partecipato:
Italia: Terra d’amori, arte e sapori (2015, EWWA)
Profumi di Storia e d’Estate(2015,IO LEGGO IL ROMANZO STORICO)
Un Natale Speziato (2015, HAREM’S BOOK)
Profumi di Storia e d’Amore (2016, IO LEGGO IL ROMANZO STORICO)
PREMI:
II CLASSIFICATO al XXIII Premio Letterario VALLE SENIO 2012 con Il Rifugio –Un amore senza tempo.
AUTORE COMMENDEVOLE al VII Premio Letterario Europeo MASSA CITTA’ DI MARE E MARMO 2013 con Il Profumo del Sud.
Proprietaria di una piccola realtà commerciale nella provincia di Ferrara, vive assieme al marito e alla figlia.
PENNA D’ORO DEL LION CLUB XVI EDIZIONE ANNO 2016.




1 commento:

  1. Grazie infinite, interviste sempre particolari e uniche le tue <3

    RispondiElimina

Ti è piaciuto il post? Lascia un commento :)